CON SNAPCHAT LA COMUNICAZIONE DIVENTA INTIMA

Un fantasmino bianco su sfondo giallo è il logo di Snapchat, un’applicazione nata nel 2011 da un’idea di Bobby Murphy e Evan Spiegel, studenti di Standford.

Con più di 100 milioni di utenti nel mondo è l’app più popolare dei social network per teenager.

Come funziona?
Su Snapchat, si possono inviare ai contatti della rubrica: messaggi, foto e video che scompaiono dopo massimo dieci secondi. Tra le funzionalità più utilizzate c’è “stories”, che permette d’inviare testo, foto e video visibili ai propri contatti per ventiquattr’ore. Molto usato è anche il “live”, con cui si condividono video brevi da tutto il mondo sullo stesso tema.

Dopo National Geographic, Cnn, Vice e tanti altri colossi dell’informazione, recentemente anche la Casa Bianca ha deciso di sbarcare su Snapchat.
Un nuovo modo di rapportarsi informalmente ai giovani, che rappresentano il 60% degli utenti attivi. Infatti, oltre alla fascia 13-14, secondo i dati di Pew Research, 4 studenti universitari su 5, utilizzano l’applicazione.

In un epoca dove gli strumenti di comunicazione sono in continua evoluzione, l’uso di applicazioni come Snapchat, permette di essere informali e diretti, creando un rapporto capace di far appassionare ed interessare i nostri interlocutori.

Alessandro Selvitella